Log in

 facebook 

Hanno firmato l'appello:

Gianni Morandi, Renzo Arbore, Claudio Baglioni, Gigi D'alessio, Francesco De Gregori, Gian Luigi Rondi, Carlo Verdone, Davide Zard, Antonio Cassano, Massimo Wertmüller, Vincenzo Spera, Maurizio Costanzo, Ornella Vanoni, Franco De Lucia, Edoardo Bennato, Peppino Di Capri, Alexia, Dolcenera, Mario Lavezzi, Gabriele Lopez, Antonello Venditti, Ezio Bosso.

A+ A A-

Assomusica

Website URL:

Manovra, Spera (Assomusica): "Enorme soddisfazione" per Iva al 10% su prestazione artistica

“Accogliamo questa misura assolutamente con favore. Aspettavamo che la norma si chiarisse, fin dal 2007”.

Così il Presidente di Assomusica, Vincenzo Spera, commenta con AgCult la norma contenuta nella Manovra che porta al 10% l’Iva per gli “spettacoli teatrali di qualsiasi tipo, compresi opere liriche, balletto, prosa, operetta, commedia musicale, rivista; concerti vocali e strumentali; attività circensi e dello spettacolo viaggiante, spettacoli di burattini e marionette ovunque tenuti”, estendendo tali disposizioni anche alle “relative prestazioni, rese da intermediari”.
“La nostra soddisfazione – spiega Spera – è enorme. Abbiamo lavorato insieme a parlamentari, Ministri, affinché si arrivasse a una conclusione di questo percorso, con una nuova interpretazione della realtà. Ringraziamo il Governo che ha fatto propria questa norma e tutti quelli che ci hanno lavorato”.

“Tanti anni fa – ragiona Spera – la prestazione artistica era diversa da quella che abbiamo oggi. In passato c’era un cantante, un teatro d’opera, in cui già c’era regia e scenografia. Oggi è diverso, oggi i concerti sono degli spettacoli viaggianti in tutti i sensi, con impianti luci, scenografie, registi, tecnici del suono, tutto quello che arriva con l’artista. Era necessario portare il discorso all’attualità e uniformare l’Iva alla prestazione artistica nel suo complesso”.

“Molto spesso – aggiunge Spera – non è facile comprendere i problemi del nostro settore, tra quei pochi che però sono in crescita. Dove la legislazione aiuta e facilita il lavoro è più probabile che la crescita continui. A questo proposito non nascondo che anche la nuova legge sul codice dello spettacolo dal vivo, in procinto di approdo alla Camera, contiene elementi importanti per la definizione di regole e ruoli di questo settore. Anche qui è stato fatto un lavoro molto condiviso con chi ha scritto la legge, un lavoro elaborato anche sui territori, senza regole catapultate dall’alto”.

Fonte: http://agcult.it/2017/10/31/manovra-spera-assomusica-enorme-soddisfazione-iva-al-10-prestazione-artistica/

Premio Wind Music Awards 2017

 

 

WIND MUSIC AWARDS

ASSOMUSICA CONSEGNA IL PREMIO PER LA MUSICA LIVE

 

IL 5 E 6 GIUGNO IN PRIMA SERATA SU RAI 1

CONDUCONO CARLO CONTI E VANESSA INCONTRADA

GRANDI OSPITI INTERNAZIONALI

 

 

Leggi tutto

Assomusica commenta l’approvazione dell’emendamento Rampi sul secondary ticketing

"Assomusica apprende da fonti parlamentari che è stato appena approvato un importante emendamento a firma Rampi teso a sanzionare il fenomeno del bagarinaggio online (secondary ticketing).

Assomusica ha da tempo cercato di porre fine al fenomeno con un intervento al DL Fiscale a mezzo emendamento a firma degli Onn. Fanucci e Fiorio.

Ora, il Legislatore ha preso una posizione netta che permetterà di contrastare con decisione il fenomeno, anche attraverso sanzioni pecuniarie gravi per chi pratica questa attività.

A tal fine, Assomusica si rende fin da subito disponibile ad offrire il proprio contributo alla stesura delle regole tecniche attuative cui l’emendamento fa riferimento, che i Ministeri dell’Economia e Finanze, della Giustizia, Beni Culturali e Turismo dovranno emanare entro 30 gg. dall’entrata in vigore di detto decreto.

Un sentito ringraziamento agli Onn. Fanucci, Fiorio, Rampi e al Ministro Franceschini per esser voluti intervenire con decisione".

 

Il Presidente e il Consiglio Direttivo di Assomusica

 

Subscribe to this RSS feed