Log in
A+ A A-

Assomusica

Website URL:

32° SANREMO ROCK & TREND FESTIVAL

32° SANREMO ROCK & TREND FESTIVAL

40 ore di musica live, 130 finalisti da tutta Italia e numeri record

PER 4 GIORNI IL ROCK INVADE SANREMO 

4-5-6-7 giugno finali del concorso per rocker emergenti 

In giuria Luzzatto FegizBackerDe ScalziSimoncioni,Cogliati, D’Ambrosio, Ghislandi, Chiminelli, Andy, Chiurazzi e altri. E il 7 giugno arrivano anche i bikers

 

Dopo il grande successo dello scorso anno, si avvicina il momento clou delSanremo Rock & Trend Festival, edizione numero 32.La storica manifestazione dedicata ai nuovi talenti del rock italiano torna al Teatro Ariston di Sanremo - Sala Ritzper la chiusura nazionale: dal 4 al 6 giugno si svolgeranno le selezioni finalimentre nella serata di venerdì 7 giugno, sullo stesso palco, si terrà la Finalissima 2019. 

Il concorso, dal 2016 gestito dalla società Nove Eventi, segna quest’anno un nuovo record in tutti i suoi numeri, confermando una crescita esponenziale che lo ha reso ormai il premio più prestigiososul territorio italiano. Al tempo stesso la città diSanremosi conferma capitale della musica italiana, in tutte le sue “declinazioni”, dal pop al rock. 

FINALI E FINALISSIMA

 

Dopo 1052 verifichepreliminari di idoneità (tante sono state le band/artisti che hanno contattato quest’anno al 32° Sanremo Rock), per 10 mesisi sono svolte in tutta Italia le selezioni live nei club più prestigiosi. Le 45 tappehanno portato all’individuazione delle 130 band finaliste. Queste ultime, nelle giornate di martedì 4, mercoledì 5 e giovedì 6 giugno, si esibiranno dal vivo sul palco dell’Ariston – Sala Ritz, con 2 brani ciascuna, per conquistare uno dei 16 posti in palio per la Finalissima di venerdì 7 giugno. Nel corso della serata finale 8 saranno i superfinalisti che si sfideranno per la vittoria nella categoria rock(rock, indie, alternative, metal, hard rock, prog, ecc) e 8 nella categoria trend(pop, hip hop, blues, funk, folk, ecc). I due vincitori, oltre al premio del 32° Sanremo Rock, andrà una chitarra Eko, ma anche le altre band potranno sperare in un riconoscimento. Astralmusic, in collaborazione con SIAE - Società Italiana degli Autori ed Editori, assegnerà infatti il premio Parole Rockal migliore autore under 35, Assomusicapremieràla migliore esibizione live, mentre grazie a sponsor e partner verranno assegnati contratti discografici, realizzazioni di videoclip professionali, date live fra cui open act per artisti nazionali e internazionali, apertura canali Vevo, servizi fotografici, la promozione radio e tv. I 16 finalisti, inoltre, saranno inseriti nella compilation del Festival (Universal Music).

IN GIURIA I PIÙ IMPORTANTI PRODUTTORI, MUSICISTI E ADDETTI DEL SETTORE

 

A valutare i “concorrenti” arriveranno a Sanremo alcuni dei nomi più importanti della scena musicale, fra produttori, discografici, musicisti e professionisti del settore. Nei 4 giorni del Festival saranno presenti personalità come il giornalista Mario Luzzatto Fegiz, il chitarrista, produttore e arrangiatoreMatt Backer(Elton John, Joe Cocker, Paul Young, Sinead O’ConnorJulian Lennon), il Presidente di Assomusica VincenzoSpera, il tastierista dei Litfiba, musicista e produttore FabrizioSimoncioni(Ligabue, Nannini, Negrita, Consoli, Fabi, Silvestri, Bennato e altri), il musicista, produttore e fondatore dei New Trolls Vittorio De Scalzi, il produttore Fausto Cogliati(J-Ax, Fedez, Fragola, Michelin, Urban Strangers, Ultimo e altri), la cantante del Teatro alla Scala di Milano e vocal coach Silvia Chiminelli(Alexia, Caselli, Arisa, Violante Placido e altri), Andy Fluon(Andrea Fumagalli) dei Bluvertigo, l’amministratore delegato della multinazionale Eko Music Group Stevio LorenzettiDavide Chiurazzi diRadio Rai, ildiscografico e chitarrista fondatore della “notte delle Chitarre” Ettore Diliberto, ildiscografico e voce della band O.R.O. Valerio Zellie tanti altri.

Nel doppio ruolo di giurati e presentatori avremo inoltre Gigio D’Ambriosiodi RTL 102.5 (già selezionatore per i giovani del Festival di Sanremo e per X Factor) e Laura Ghislandi, anche lei da RTL 102.5. Ad affiancarli nella presentazione delle serate sarà presente Gigi Zini, voce della Nazionale Italiana Cantanti.

 

 

OLTRE LA GARA: ARRIVA IL “ROMBO” ROCK

 

Musica del pentagramma e musica… dei motori. Evento collaterale delle finali del 32° Sanremo Rock & Trend Festival sarà infatti la motoparata dei bikers, che per venerdì 7 giugno si daranno appuntamento davanti al Teatro Ariston e “gareggeranno” per eleggere la “moto più rock”. Gomovie riprenderà l’evento, così come i concorrenti del Festival, dall’alto con i droni. 

E dopo il successo degli scorsi anni, torna anche per le finali 2019 il DopofestivalRockal Rolling Stone Cafè: lunedì 3, martedì 4, mercoledì 5 e giovedì 6 giugno ospiti e “concorrenti” del Festival si daranno appuntamento in riva al mare per commenti, interviste e jam session fino all’alba. 

Per tutte le informazioni sulla manifestazione:  www.sanremorock.it pagina Facebook ufficiale “Sanremo Rock”, info@sanremorock.it, 327 423 7725.

Sono partner istituzionali del 32° Sanremo Rock& Trend Festival: Assomusica(Associazione italiana degli organizzatori e dei produttori di spettacoli di musica dal vivo), F.I.P.I. Italia(Federazione Internazionale Proprietà Intellettuale), NUOVOIMAIE (Nuovo Istituto Mutualistico per la tutela dei diritti degli Artisti Interpreti Esecutori) e PMI(Produttori Musicali Indipendenti). 

 

 

* * * * *

 

Sanremo Rock & Trend Festivalè il più ambito e longevo contest nazionale per artisti singoli, duo o gruppi italiani emergenti della scena rock, indie, alternative, pop rock, hard rock e tutte le possibili “declinazioni” trasversali ai generi. Nato negli Anni ’80, Sanremo Rock è un brand storico che ha portato al successo moltissimi Big di oggi. Dal suo palco sono passati, fra i tanti, i Litfiba,Denovo di Mario VenutiLigabue,Tazenda,Bluvertigodi Morgane gli Avion Travel, solo per citarne alcuni. La manifestazione rappresenta un grande momento di incontro musicale, di confronto, di sana competizione e soprattutto offre precise indicazioni sul movimento rock italiano, sul suo stato di salute, le tendenze, le preferenze.

 

_______________________

Ufficio stampa: Silvana Maiorano    ufficiostampa@lungomare-srl.com   +39 338 5886972

ESPOSTO ASSOMUSICA AD AGCOM: “PUNITE I SITI DI SECONDARY TICKETING”

ESPOSTO ASSOMUSICA AD AGCOM

“PUNITE I SITI DI SECONDARY TICKETING”

L’associazione degli organizzatori e produttori di spettacoli di musica dal vivo chiede all’autorità garante per le comunicazioni di applicare la legge contro il bagarinaggio e segnala un elenco di biglietti a prezzi maggiorati rintracciati  sui siti Viagogo, StubHub e MyWayTicket

 


Assomusica
, l'associazione degli organizzatori e produttori di spettacoli di musica dal vivo, ha presentato un esposto denuncia all'autorità per le garanzie nelle comunicazioni (AGCOM) e all’Antitrust (AGCM) per chiedere di sanzionare i siti di secondary ticketing. L'associazione, alla quale aderiscono oltre 120 imprese che realizzano l'80% dei concerti in Italia, ha segnalato all'AGCOM, allegando una serie di documenti, le maggiorazioni fino a 15 volte e oltre dei prezzi ufficiali dei biglietti sui siti "Viagogo", "StubHub" e "MyWayTicket” per alcuni concerti come ad esempio i tour di Jovanotti, di Laura Pausini e Biagio Antonacci, piuttosto che per i concerti di Elisa, The Giornalisti e Jack Savoretti. 


«Chiediamo all'autorità a cui vengono attribuiti i poteri di controllo» - spiega il Presidente di AssomusicaVincenzo Spera- «di fare applicare la legge contro il secondary ticketing (legge n. 232 dell’11 dicembre 2016) e in particolare il comma 545 che prevede sanzioni pecuniarie da 5000 a 180 mila euro per quanti illecitamente fanno lievitare i prezzi dei biglietti a discapito dei consumatori finali. La soluzione individuata dal Governo del biglietto nominativo nel settore della musica live» – prosegue Spera- «riteniamo che oltre a non essere necessaria, comporterà danni certi agli operatori del settore, sia per i maggiori costi da sostenere per i servizi di controllo, sia per l'enorme allungamento dei tempi di afflusso agli eventi e sia per la perdita di tutte quelle forme di prenotazione, promozione e regalo di biglietti, non più consentite allo spettatore, che comporteranno una sicura contrazione delle vendite».


Assomusica – si legge nell’esposto inviato all’AGCOM e per conoscenza all’Antitrust (AGCM) - nella sua veste di associazione di categoria considera quali primari valori da proteggere, nel contesto della propria attività e a tutela di propri associati e del mercato in cui essi operano, sia il diritto dei consumatori a poter accedere nel massimo numero possibile agli eventi organizzati pagando (solo) il prezzo ufficiale fissato dallo stesso organizzatore, sia il diritto degli artisti a non vedere alimentato attorno alla propria performance un mercato parallelo e opaco di compravendita di titoli di ingresso a prezzi spesso maggiorati di molte volte rispetto al prezzo ufficiale.


Nell’esposto denuncia Assomusica segnala ad AGCOM che per il tour “Jova Beach Party” di Jovanotti a fronte di un biglietto con posto unico fissato a 52 euro per la data del 28 agosto a Lignano Sabbiadoro, su Viagogo si può arrivare a fino a 300 euro, cioè 6 volte in più (+500%). Per altre date (ad esempio 6 e 27 luglio 2019) su MyWayTicket si può arrivare a 402 euro ma su StubHub si toccano anche i 960 euro (+ 1750%). Per il concerto di Elisai biglietti ufficiali, che vanno da 31 a 80 euro, su Viagogo toccano anche i 395 euro (+ 390%). Per il tour di Laura Pausini e Biagio Antonaccii prezzi stabiliti partono da 35 euro fino a 70 euro ma su StubHub possono arrivare a 265 euro (+230%). Situazione analoga (+260%) per il concerto del gruppo The Giornalisti: i biglietti fissati fra 30 e 70 euro StubHub li propone anche a 265 euro. C’è, infine, Jack Savoretti, che da 30 euro, sempre su StubHub, vengono venduti a 144 euro (+380%). 


«Avevamo confidato» – scrive fra l’altro nell’esposto Assomusica- «che l'illegittimo mercato parallelo dei titoli di ingresso trovasse finalmente freno e sanzione per effetto dell'applicazione nel nuovo quadro normativo volto a rimuovere la diffusa illegalità di comportamento degli operatori del mercato secondario, ma dobbiamo, però, rilevare che la normativa introdotta dal Comma 545 è sostanzialmente rimasta, ad oggi, "lettera morta". Da tempo, infatti, Assomusica, direttamente o per il tramite dei propri associati, sta monitorando i siti dei più noti operatori di "secondary ticketing", rilevando come sugli stessi continuino ad apparire offerte di vendita di titoli di ingresso largamente superiori al valore nominale dei titoli offerti in vendita».


Per ulteriori informazioni
Sec Spa– via F. Aporti, 8 – 20125 Milano - t. 02 624999.1 
Angelo Vitale – vitale@secrp.com– 338 6907474
Elena Castellini – castellini@secrp.com– 335 6271787

Daniele Mignardi Promopressagency  
Via Giovanni Nicotera, 29 - Roma
info@danielemignardi.it- Tel. 06.32651758
Rif. Desirée Corradetti – Tel. 3405324723

Convegno Le agevolazioni IVA nel settore artistico - 10 maggio, Palazzo Reale, Milano

LE AGEVOLAZIONI IVA NEL SETTORE ARTISTICO a seguito delle modifiche normative intervenute con la legge di stabilità 2018. Ne parleremo il 10 maggio a Milano con Agenzia delle Entrate ed altri professionisti del settore.
I posti sono limitati! Registrati qui per partecipare https://docs.google.com/…/1FAIpQLSf_WxbQ6EnqvtPg7N…/viewform

L'evento è in collaborazione con l'Assessorato alla Cultura del Comune di Milano, AGIS, Agenzia delle Entrate, Studio PC&A - P. Centore & Associati e Studio Magnani Marongiu Dominici & Associati


AGENDA

h. 09.30 – 10.00  Registrazione partecipanti e welcome coffee

h. 10.00 – 10.15  Presentazionee saluti – Carlo Fontana

h. 10.15 – 10.45  Inquadramento della tematica IVA nel settore artistico - Vincenzo Spera

h. 10.45 – 11.30  Il contenuto della circolare n. 20/E del 21 dicembre 2018 in riferimento alle modifiche normative   intervenute con L. Stabilità 2018 - Domenico Bitonti

h. 11.30 – 12.15  Inquadramento delle norme euro – unionalidi riferimento - Paolo Centore

h. 12.15 – 13.00   Effetti dell’intervento normativo ed interpretativo nel settore artistico - Remo Dominici

h. 13.00 – 13.30  Dibattito e conclusioni                                    

h. 13.30 – 14.00  Light lunch

"European Futures" l'ultimo appuntamento del progetto NIMPE - 3 maggio 2019, Manchester

Si terrà il 3 maggio l'ultimo appuntamento del progetto Creative Europe NIMPE.
Ci ospiterà il partner UK Root Music, in collaborazione con Band on the Wall e Brighter Sound in un panel "European Futures" rivolto ai musicisti e alle organizzazioni creative interessate a lavorare in Europa!

Si parlerà di progetti e delle ultime novità riguardanti i finanziamenti Creative Europe.


RELATORI

  • Vincenzo Spera (Presidente Assomusica e Presidente dell'Associazione Europea di Musica Live - ELMA)
  • Rappresentanti della Rete per l'internazionalizzazione dei produttori di musica in Europa (NIMPE) di Francia, Italia, Grecia, Danimarca, Slovenia e Regno Unito
  • Kelly Wood (Live Performance Official, Musicians Union)
  • Christopher Jankowski (British Council)

leggi di più su Brightersound.com

PARTITE LE ISCRIZIONI GRATUITE AL “CALABRIA FEST - TUTTA ITALIANA”

PARTITE LE ISCRIZIONI GRATUITE AL “CALABRIA FEST - TUTTA ITALIANA”

Festival della Nuova Musica Italiana in collaborazione con Rai Radio Tutta Italiana

 

Sono partite e potranno proseguire fino al possimo 24 aprile le iscrizioni al “Calabria Fest – Tutta Italiana”, Festival della Nuova Musica Italiana, in partnership con Rai Radio Tutta Italiana, che si svolgerà dal 6 all’8 giugno sul maestoso Corso Numistrano di Lamezia Terme, al centro della Calabria, nel cuore dell’accogliente e suggestivo centro storico, tra Piazza della Cattedrale e il Complesso di San Domenico. 

L’evento è organizzato dall’Associazione Culturale Art-Music&Co, direttore artistico Ruggero Pegna, in collaborazione con l’ Assessorato alla Cultura della Regione Calabria, nel quadro dei “Grandi Festival Storicizzati” per la Valorizzazione del Sistema dei Beni Culturali e per la qualificazione e il rafforzamento dell’attuale offerta culturale presente in Calabria. L’evento ha il Patrocinio del Comune di Lamezia Terme e della Provincia di Catanzaro.

Gianmaurizio Foderaro, nome storico di Radio Rai e responsabile diRadio Tutta Italiana, che condurrà l’evento e presiederà la giuria qualificata, ha reso noto il regolamento del Festival attraverso la pagina facebook ufficiale della nuova rete Rai dedicata alla Musica Italiana.

Il “Calabria Fest” intende selezionare ogni anno sul territorio nazionale, mediante la partnership con Radio Rai Tutta Italiana, 8 tra artisti e band di età compresa tra i 17 e i 28 anni, per la partecipazione alla finale nazionale dei giorni 6, 7, 8 giugno 2019 a Lamezia Terme, al fine di assegnare il “Calabria Fest Music Award” alla Migliore Nuova Proposta dell’anno, attraverso  il voto di una giuria qualificata di giornalisti ed esperti nella prima fase e, nella seconda, dello stesso pubblico, attraverso la pagina facebook di Radio Tutta Italiana, la nuova rete Rai che si avvale dei più moderni e tecnologici sistemi di trasmissione. 


A partire dal 18 marzo e fino al 24 aprile 2019, gli interessati devono inviare una mail a radiotuttaitaliana@rai.it e asscult.artmusic@gmail.com  allegando una breve scheda di presentazione con indicazione di tutti i componenti (nome, cognome, mail, esperienze lavorative, presentazione e descrizione dei brani scelti per la selezione), due fotografie, link di 2 brani inediti,  eventuali link di pagina social o web, recapiti telefonici e mail. Le iscrizioni e la partecipazione sono assolutamente gratuite.

La giuria qualificata selezionerà 20 tra i candidati pervenuti, per ciascuno dei quali sarà postato sulla pagina facebook di Radio Rai Tutta Italianauno dei due brani, a scelta della stessa giuria. 

Dal 3 al 15 maggio 2019, il pubblico potrà votare il brano preferito attraverso un semplice “like”.

Gli 8 Artisti/Band che riceveranno più like accederanno alla fase finale di Lamezia Terme, dove si esibiranno dal vivo, suddivisi nelle due semifinali del 6 e 7 giugno, con l’esecuzione di 2 brani a testa. Alla finalissima di sabato 8 giugno avranno accesso i primi due classificati di ciascuna semifinale. Ogni serata sarà conclusa dall’esibizione di super ospiti della musica italiana.  


Al termine della fase di selezione, saranno resi noti i nomi dei finalisti e dei super ospiti delle tre serate. Per tutte le informazioni, oltre alle mail già indicate, sarà possibile contattare direttamente la segreteria organizzativa al numero telefonico 0968441888,oppure consultare le pagine facebook di Radio Rai Tutta Italianae dell’associazione Art-Music&Co.   

Concerti dal vivo, Assomusica: con biglietti nominativi rincari e disagi per il pubblico

L’Associazione denuncia i disagi che porterà la norma approvata nell’ultima legge di bilancio del Governo e che entrerà in vigore dal 1° luglio.

 

"Siamo contrari a ogni forma di bagarinaggio ma i consumatori devono sapere che con l'introduzione dal 1° luglio del biglietto nominativo per i concerti dal vivo, i costi dei biglietti aumenteranno, cambiare il nome dell’utilizzatore non sarà una procedura veloce e si creeranno più code agli ingressi per i controlli”. Lo afferma Vincenzo Spera, presidente di Assomusica, l'associazione degli organizzatori e produttori di spettacoli di musica dal vivo, alla quale aderiscono oltre 120 imprese che realizzano l'80% dei concerti in Italia. 

“Quest’emendamento approvato nell’ultima legge di bilancio del Governo come strumento di contrasto al fenomeno del secondary ticketing – sostiene Spera - rischia di generare soltanto un grande caos. Per attuare i necessari controlli, gli organizzatori dovranno aprire i cancelli molto tempo prima, impegnando più personale su più turni. Questi costi saranno pagati dai cittadini che acquisteranno il biglietto, aumenteranno code e tempi di attesa, specie in occasione di grandi manifestazioni. I consumatori non potranno più regalare un biglietto a un familiare, amico o parente. Le procedure per il cambio del nominativo non saranno semplici e immediate e potranno comportare ulteriori costi. In questo scenario rischiamo di perdere anche i grandi gruppi organizzati”.

“Assomusica – prosegue la nota - è da sempre sensibile al tema della legalità e si è già adoperata per limitare il fenomeno del 'bagarinaggio online' proponendo, in altre occasioni, misure ritenute idonee a superare questo annoso problema per la filiera. Anzitutto si possono chiudere tutti i siti di rivendita dei biglietti o si possono utilizzare delle app che consentono di tracciare l’eventuale passaggio di mano dei biglietti già emessi. Pur condividendo l’obiettivo che la legge si prefigge, riteniamo che le misure disposte, invece di perseguire l’attività criminosa di alcuni soggetti e/o imprese che sono la causa del fenomeno e che su di esso lucrano ingentemente, colpiscano fortemente i consumatori e gli organizzatori di spettacoli dal vivo, comportando ricadute negative, certe, sull’intero settore”.

“Il settore della musica live – spiega Vincenzo Spera - rappresenta una filiera di circa 1000 imprese che dà lavoro a oltre 36.000 persone, impiegate direttamente nel settore. L’anno scorso il comparto ha avvicinato al mondo degli spettacoli e della cultura popolare quasi 10 milioni di spettatori, specialmente giovani. Gli spettacoli di musica dal vivo creano valore a livello locale e costituiscono una cinghia di trasmissione per lo sviluppo del Made in Italy (turismo, enogastronomia, cultura ecc.). Da una ricerca di Cerved si evince come i concerti di musica popolare contemporanea siano uno stimolo per l’economia del territorio: la ricaduta minima sulle città è di 1,20 € aggiuntivi per ogni euro speso sul biglietto - pertanto, pur nella comprensione dell'obiettivo della proposta, riteniamo ingiustificato colpire un settore florido dell'industria culturale.”

Assomusica auspica “che si ponga rimedio alle contraddizioni e alle conseguenze negative del provvedimento senza danneggiare chi produce cultura, emozioni e ricchezza per i territori”.

PARLAMENTO EU: VIA LIBERA AL PROGRAMMA EUROPA CREATIVA

ASSOMUSICA ED ELMA
"Un importante risultato verso la valorizzazione della musica dal vivo"


Giovedì 28 marzo - 
Il Parlamento Europeo ha votato per raddoppiare il bilancio 2021-2027 del programma Europa Creativa, per una migliore circolazione internazionale delle opere e mobilità degli artisti. Il testo è stato approvato oggi in plenaria con 501 voti a favore, 51 contrari e 42 astensioni.


Assomusica
, l’Associazione Italiana degli Organizzatori e Produttori di Spettacoli di Musica dal Vivo, ed ELMA, European Live Music Association, esprimono soddisfazione e compiacimento per questo primo e importante risultato nel percorso verso la valorizzazione del settore della musica dal vivo.

“Finalmente – dichiara Vincenzo Spera, Presidente di Assomusica – la musica dal vivo è stata riconosciuta come un asset importante dell’industria culturale e creativa europea”.


Grazie anche all’impegno di Assomusica, saranno messi a disposizione nuovi strumenti di finanziamento e supporto per gli spettacoli live. Secondo la relazione del Parlamento “la musica, in tutte le sue forme ed espressioni, e in particolare la musica contemporanea e dal vivo, è una componente essenziale del patrimonio culturale, artistico ed economico dell'Unione. È un elemento di coesione sociale, integrazione multiculturale e socializzazione giovanile e funge da strumento essenziale per valorizzare la cultura, compreso il turismo culturale. Il settore musicale dovrebbe pertanto costituire un punto focale (...) in termini di distribuzione finanziaria e di azioni mirate. Inviti e strumenti su misura dovrebbero contribuire a stimolare la competitività del settore musicale e ad affrontare alcune delle sfide specifiche che lo riguardano.”


Tra gli obiettivi specifici del nuovo programma, il Parlamento Europeo include il “sostegno al settore della musica: promozione della diversità, della creatività e dell'innovazione nel settore della musica, in particolare nel settore della musica dal vivo, anche attraverso la creazione di reti, della distribuzione e della promozione di un repertorio e di opere musicali (...), della formazione, della partecipazione e dell'accesso alla musica, dell'allargamento e della diversificazione del pubblico, della visibilità e del riconoscimento dei creatori, dei promotori e degli artisti, in particolare giovani ed emergenti”. 


“Auspichiamo
 - continua il Presidente di Assomusica - che i Governi nazionali non esitino nel cogliere le opportunità garantite dal nuovo Programma”.


Comunicazione “Assomusica”: Daniele Mignardi Promopressagency
info@danielemignardi.it- Tel. 06.32651758

PRG Live Entertainment Award 2019 - segui la diretta streaming 1 Aprile 2019

Torna anche quest'anno  PRG LEA - Live Entertainment Award, per la 14ma edizione, con 1.400 ospiti che rappresentano una sezione trasversale del settore degli eventi. 14 categorie tra promotori di concerti, agenzie, produttori e operatori di locali, artisti, saranno premiati come eccellenze del settore.

Il PRG Live Entertainment Award 2019 si terrà l' 1 aprile 2019 nella rinomata Festhalle di Francoforte e sarà l'evento di apertura ufficiale del Prolight + Sound e Musikmesse 2019.

Sarà possibile seguire l'evento in diretta su https://airtango.live/entertainment/

Convegno Europa Creativa a Roma: BDKV stimola il “Think Tank” europeo dell’industria degli eventi

Il 15 marzo si è svolta a Roma una conferenza di alto livello per discutere il programma di finanziamento dell’UE “Europa Creativa 2021-2027”. Il programma ha, tra gli altri, i seguenti obiettivi: preservare, sviluppare e valorizzare la diversità e il patrimonio culturale europeo e rafforzare la competitività dei settori culturali e creativi. Grazie all’impegno della European Live Music Association (ELMA), nella relativa proposta di decisione presentata dalla Commissione al Parlamento Europeo è stata espressamente inclusa la promozione del settore della musica dal vivo e quindi anche degli organizzatori. L’attuale budget del programma è di 1,46 miliardi di euro. Attualmente, le associazioni del settore culturale – soprattutto l’ELMA – si stanno battendo affinché la Commissione aumenti il prossimo bilancio a 2,8 miliardi di euro e, in particolare per il settore culturale, vengano messi a disposizione più fondi di quanto non sia stato fatto fino ad oggi.

I partecipanti alla conferenza di Roma erano, tra gli altri, Silvia Costa, membro del Parlamento Europeo e relatrice in seno alla Commissione per la cultura dell’UE e al Parlamento Europeo, Barbara Gessler, capo unità Europa Creativa, il Presidente di Assomusica ed ELMA Vincenzo Spera e il Presidente della BDKV(Associazione federale dell’industria dei concerti e degli eventi) e Vice Presidente di ELMA Prof. Jens Michow

In conclusione, i partecipanti alla conferenza sono stati concordi sul fatto che la musica in tutti i suoi aspetti – ma, soprattutto, la musica contemporanea dal vivo – rappresenti una componente essenziale della diversità artistica, culturale ed economica.

Nel corso della conferenza, il Prof. Michow ha suggerito la creazione di un Think Tank europeo per l’industria musicale. “Una parte delle sovvenzioni dell’UE viene ripetutamente sprecata in costi quali, ad esempio in Germania, il pagamento dei contributi previdenziali degli artisti sugli onorari pagati da organizzatori nazionali per manifestazioni all’estero e da organizzatori esteri sugli onorari pagati in Germania, tasse discutibili come quella recentemente introdotta sulle attività, da applicare sugli affitti delle sale da parte dagli organizzatori, oltre a costi aggiuntivi per spese legali e di consulenza fiscale per potersi orientare nella giungla normativa. Si tratta, quindi, di discutere con urgenza l’ottimizzazione e l’armonizzazione del quadro giuridico”, ci fa notare il Prof. Michow. Secondo quest’ultimo, ogni paese europeo presenta simili singolarità, che differiscono notevolmente da paese a paese e rendono decisamente difficile un aumento di mobilità da parte degli artisti, così come auspicato dalla promozione culturale europea. “Nelle loro attività all’interno degli stati membri, gli artisti e i loro organizzatori si trovano difronte a una varietà di regolamenti e sistemi giuridici e, non di rado, finiscono in insidie estremamente dispendiose” conclude il presidente dell’associazione.

Per ulteriori informazioni, contattare: 

Bundesverband der Konzert- und Veranstaltungswirtschaft (BDKV) i.G. 
Lenhartzstraße 15 – 20249 Amburgo, Germania 
Telefono 040-460 50 28 – Fax 040-48 44 44 43 
www.bdkv.de •info@bdkv.de

Subscribe to this RSS feed