Log in
A+ A A-

Assomusica, concerti estivi 'sicuri' con palchi a norma

Le date di molti concerti estivi sono già uscite e, in vista' dei tradizionali 'sold out', c'è chi, oltre alle canzoni, pensa anche alla sicurezza dei lavoratori impegnati nei singoli eventi. E' Assomusica, Associazione italiana organizzatori e produttori spettacoli di musica dal vivo che oggi, in occasione di un convegno nella sede dell'Inail, ricorda l'impegno per garantire la salute e la sicurezza dei concerti, promuovendo il rispetto delle regole.

"Il nostro compito -spiega a Labitalia il presidente di Assomusica, Vincenzo Spera- è quello di far incontrare due mondi, solo apparentemente inconciliabili: quello del puro divertimento che solo un concerto dal vivo può dare, e quello delle leggi che stabiliscono i criteri di costruzione di un palco".

"Cerchiamo, infatti, di coniugare -afferma- la leggerezza della musica con le leggi che ruotano attorno all'organizzazione e alla realizzazione vera e propria di un cantiere. Anche perché il montaggio di un palco non è altro che un cantiere edile, con tutti i rischi e le leggi da osservare che ne conseguono".

"Garantire la sicurezza dei concerti -ammette Spera- si inserisce nell'obiettivo dell'accordo-quadro di collaborazione realizzato e sottoscritto con l’Inail. E’ la prima volta che il mondo dello spettacolo sottoscrive un accordo di collaborazione e di sviluppo, su queste tematiche e regolamentazioni con un ente di così grande rilievo, come l’Inail, che normalmente vigila sulla sicurezza sul posto di lavoro".

"Per noi -sostiene Spera- è molto importante avere la possibilità di offrire percorsi e prassi che consentano di lavorare in sicurezza. Le attività da avviare nell’ambito di questo accordo prevedono la definizione di piani operativi in grado di incidere sui livelli di salute e sicurezza dei lavoratori".

"Ma anche la realizzazione di iniziative formali e informative, con l’organizzazione di workshop e seminari tematici -ricorda Spera- come quello di oggi, in cui ribadiamo l'esigenza di far combaciare il settore della sicurezza con la musica dal vivo; sviluppando anche pratiche tecnico-organizzative per creare un circuito di informazione sia all'interno di Assomusica, sia all'esterno verso gli operatori del settore".

fonte: Adkronos.it