Log in

 facebook 

A+ A A-

Medimex Bari 2015, Assomusica consegna un documento programmatico alla Commissione Europea per la musica dal vivo in Europa

Nell’edizione 2015 del Medimex, il salone dell’innovazione musicale, si è discusso dei bisogni e delle necessità comuni nel campo della musica. Vincenzo Spera, presidente di Assomusica, con il suo gruppo di lavoro ha consegnato un primo documento programmatico alla Commissione Europea nella persona di Alessandro Senesi, vice capo della direzione generale cultura.

Come si può leggere nel comunicato stampa, il primo panel, ‘la musica dal vivo: risorsa per la città’, ha visto la partecipazione di Chris Garrit, night mayor della città di Groningen (Olanda) e di Svanhildur Konráðsdóttir, direttore del dipartimento della cultura e del turismo della città di Reykjavík (Islanda), che hanno illustrato modelli di sviluppo e promozione della musica in Europa, portando all’attenzione dei presenti i propri case history, in grado di dimostrare come tali modelli possano influenzare positivamente la realtà economica e sociale delle città stesse.

Grande affluenza di pubblico anche per il secondo panel, intitolato ‘European live music network’, con la partecipazione di Alessandro Senesi, deputy head of unit – european commission – directorate general for education and culture, directorate culture and creativity - creative europe programme – culture unit; Greg Parmley, managing director Ilmc (Inghilterra);  Georges Perot, founder & managing director Meso Music Events (Grecia); Nicola Sinisi, direttore Radio Rai (Italia); Peter Smidt, manager at Buma Cultuur / creative director at Eurosonic (Olanda); Manfred Tari, managing editor Pop100 (Germania); Vincenzo Spera, presidente di Assomusica (Italia) oltre a Audrey Renet, Live Dma (Francia); Francoise Jolivet , Attilio Perisssinotti, Nebm (Olanda); Aline Renet Prodiss (Francia); Nuno Saraiva, Amaei (Portogallo); Kartsen Scholermann – LivecKomm (Germania).

Al centro del panel la musica dal vivo in Europa, con l’obiettivo comune di promuovere la collaborazione stretta tra gli operatori, al fine di favorire una legislazione adatta, raccogliere fondi e sviluppare programmi dedicati alla musica dal vivo.

“La musica dal vivo in Europa”, sottolinea il Presidente di Assomusica, Vincenzo Spera, differenziata e disomogenea, a livello legislativo nei diversi paesi, priva di una rete rappresentativa. Per questo stiamo promuovendo ‘European live music network’ che metta in rete tutte le associazioni europee che si occupano di musica dal vivo”.

“Con i rappresentanti degli altri Paesi – conclude il presidente Spera – oggi abbiamo consegnato un primo documento rappresentativo delle esigenze comuni del settore alla direzione generale dell’istruzione e cultura della Commissione Europea. Il nostro impegno non finisce qui: contiamo di partecipare e portare il nostro manifesto alla conferenza di Londra, prevista a marzo, e a giugno a Cannes”.

Last modified onLunedì, 02 Novembre 2015 20:01