Log in
A+ A A-

Dati e trasparenza, questo il focus dell'incontro di Bruxelles

Trovare gli strumenti più adatti per raccogliere dati nel settore musicale a livello di Unione europea è uno degli aspetti che saranno trattati nel convegno tematico che si terrà a Bruxelles il 1 e 2 marzo, organizzato dalla DG Educazione e Cultura della Commissione europea e a cui parteciperà il presidente di Assomusica Vincenzo Spera. I dati erano infatti emersi nel corso di un lavoro avviato già nel 2015 tra alcuni portatori di contenuti ed interessi settoriali, quali Assomusica, e la Commissione Europea, come uno dei primi temi da approfondire.

La mancanza di informazioni omogenee e attendibili sull’intero territorio europeo dei 28 Stati Membri nell’ambito della musica, in particolare della musica dal vivo, era infatti emersa come priorità per poter arrivare a definire e adottare strumenti adeguati alle reali esigenze del settore.

Oltre a rappresentanti del settore musicale da tutta Europa saranno presenti diversi membri della Commissione europea come Catherine Magnant, che coordinerà le due giornate, o Erminia Sciacchitano, che presenterà uno studio di fattibilità sulla raccolta dati richiesto dalla Commissione europea nel 2015. Ci saranno poi ulteriori focus su casi come quello della Gran Bretagna e dei Paesi nordici, ma si parlerà anche dello Europe Jazz Network.

La trasparenza sarà un altro punto importante della discussione: si affronterà infatti la necessità degli utenti di accedere ai propri dati, che potrebbero avere una valenza diversa e soprattutto aver bisogno di un altro tipo di trattamento rispetto ai dati su locali e lavori artistici. Come nel caso della riunione di dicembre, sarà data importanza alla continuazione del lavoro e quindi ai passi successivi da intraprendere.